Maternità surrogata

e legge

Maternità surrogata

e legge

La maternità surrogata gestazionale, nota anche come maternità surrogata IVF, è un’opzione di trattamento per le donne infertili con determinati problemi medici chiaramente definiti, per i quali non sono in grado di concepire e portare una gravidanza.

Le parti coinvolte in una maternità surrogata gestazionale sono i genitori previsti e la madre surrogata ed è necessario un accordo di maternità surrogata.

I futuri genitori potrebbero entrambi usare i propri gameti – ovociti e seme (e quindi sono entrambi geneticamente correlati al bambino), potrebbero usare un gamete donatore (ovulo o sperma di un donatore, nel qual caso sono parzialmente geneticamente correlati a il bambino), oppure potrebbero usare lo sperma e l’ovulo di donatori (nel qual caso sono entrambi geneticamente non correlati al bambino). I gameti (cellule coinvolte nella riproduzione sessuale) vengono utilizzati per produrre embrioni e quegli embrioni vengono successivamente trasferiti a una donna che accetta di portare questi embrioni, la madre surrogata.

La madre surrogata è quindi una donna che porta una gravidanza per un’altra coppia o donna ed è geneticamente estranea a qualsiasi prole che possa nascere a seguito di questo accordo. Dopo la nascita del bambino, la madre naturale dà il bambino ai genitori previsti.

In GynCare IVF siamo in grado di consigliarti e assisterti con tutte le procedure necessarie in materia di maternità surrogata gestazionale.

Indicazioni mediche per la maternità surrogata gestazionale

Le principali indicazioni per il trattamento della maternità surrogata gestazionale sono l’assenza di utero (assenza congenita – agenesia mülleriana – o assenza a seguito di isterectomia dovuta a condizioni benigne o maligne) e grave condizione medica incompatibile con la gravidanza (come grave malattia cardiaca o renale).

Aspetti legali della maternità surrogata in Grecia

L’unico tipo di accordo di maternità surrogata consentito in Grecia è l’accordo altruistico (accordo non commerciale) e le uniche spese legali per la maternità surrogata gestazionale sono le spese ragionevoli relative alla maternità surrogata secondo la legge 3305/2005 Applicazione della riproduzione medicalmente assistita , Articolo 13 Maternità surrogata, § 4:
L’accordo per la maternità surrogata dovrebbe essere stipulato senza compensazione finanziaria.

Non sono considerati compensi finanziari:

  • Il pagamento delle spese necessarie per la procedura di fecondazione in vitro, gravidanza, parto e puerperio.
  • Perdita di salario

La maternità surrogata è regolata dall’articolo 1458 del codice civile greco introdotto con il capitolo 8 della legge 3089/2002 come nell’articolo 13 della legge 3305/2005:
Legge 3089/2002 Assistenza medica per la riproduzione umana, Capitolo 8, Articolo 1458.
Il trasferimento di un embrione nel corpo di un’altra donna e la gravidanza sono consentiti da un’autorizzazione del tribunale concessa prima del trasferimento, in quanto esiste un accordo scritto e, senza alcun beneficio economico.

Il tribunale rilascerà l’autorizzazione alla maternità surrogata alle seguenti condizioni:

  • La futura madre dovrebbe dimostrare di non essere in grado di portare a termine una gravidanza.
  • La futura mamma non deve superare i cinquant’anni (50).
  • La madre surrogata dovrebbe dimostrare al tribunale di essere sana dal punto di vista medico e mentale.
  • Le parti devono presentare il loro consenso scritto al tribunale.
  • L’accordo potrebbe consentire il risarcimento delle spese. Il pagamento di servizi e qualsiasi tipo di beneficio finanziario è severamente vietato.
  • Nel caso in cui la madre surrogata sia sposata, anche suo marito dovrebbe acconsentire.
  • Gli ovuli fecondati non dovrebbero appartenere alla madre surrogata.

Share This Story: